Corso di consapevolezza posturale per musicisti - Prof.ssa Valentina Brindani

Data pubblicazione: 
Mercoledì, 22 Gennaio 2020
Tipologia: 
Didattica
modulo iscrizione
IL CORSO E' APERTO A  TUTTI GLI STRUMENTISTI E AI CANTANTI

A.A. 2019-2020

In riferimento al lavoro già svolto nell’Anno Accademico 2018/2019, si ripropone un percorso di 8 incontri individuali
della durata di 60 minuti che si terranno il martedì a scadenza settimanale tra febbraio e aprile.
Il primo incontro è previsto per martedì 18 febbraio 2020
Per l’attivazione del corso si richiede la partecipazione di almeno n°4 iscritti.
La professoressa Valentina Brindani si rende disponibile per ogni eventuale chiarimento
cell. 348-7276178
mail: valentina[punto]brindaniatvirgilio[punto]it

 

Quando

  • Martedì, 18 Febbraio 2020 09:00
Orario delle lezioni:

L'orario delle lezioni verrà concordato con la docente

Quota di iscrizione:
  • 150,00 € per studenti del Conservatorio di Musica “Lucio Campiani” di Mantova
  • 200,00 € per partecipanti esterni

da versare al Conservatorio di Musica “Lucio Campiani” di Mantova tramite:

  • c/c postale n. 92602168 oppure
  • bonifico IBAN IT75V 07601 11500 000092602168

Consegnare il modulo di iscrizione in segreteria amministrativa (oppure inviare a stefanoatconservatoriomantova[punto]com

) entro la data di scadenza delle iscrizioni, allegando una copia della ricevuta di versamento della quota di iscrizione. La masterclass verrà attivata a condizione che ci sia un numero minimo di iscritti.

Programma:

C O N S A P E V O L E Z Z A   P O S T U R A L E    N E L L A   M U SICA

P E R  T U T T I   G L I   S T R U M E N T I   E   P E R   I L   C A N T O

Conoscere più a fondo i meccanismi del nostro corpo significa essere in grado di migliorare le nostre prestazioni nel  suonare uno strumento e nel cantare per evitare principi di esecuzione anatomicamente errati .

“Alla Natura si comanda solo obbedendole”  (Francesco Bacone)

Uno studio più approfondito della struttura e del funzionamento del nostro corpo è essenziale per capire cosa fare e, soprattutto cosa non fare per evitare :

- TENDINITI;

- INFIAMMAZIONI MUSCOLARI E OSSEE;

- CISTI;

- DOLORI OSTEO ARTICOLARI, ecc. (per quanto riguarda lo studio di uno strumento musicale)

- AFONIA;

- DISTONIA;

- NODULI ALLE CORDE VOCALI, ecc. (per quanto riguarda la voce)

Non ultima la difficoltà a stare sul tempo, a controllare l’emotività, ad avere un suono ricco di armonici.

  1. Al pari di un’atleta il musicista, che sia cantante o strumentista, deve imparare a controllare il proprio corpo, nei movimenti anche più impercettibili e raffinati. Deve possedere una grande capacità di concentrazione e una buona stabilità nervosa, oltre che a sviluppare una grande memoria.
  2. Ma non basta, questo lavoro mira ad affinare la sensibilità emotiva propria del musicista e la capacità di riuscire ad esprimere al meglio, la propria personalità ed identità musicale.
  3. Ogni parte componente del nostro essere è dunque pienamente coinvolta in questo processo e ne condiziona il risultato.
  4. Non esistono al mondo due individui che possiedono anche una sola di queste componenti identiche in entrambi. Ognuno di noi è un modello unico, ha una personale struttura fisica, mentale, emotiva, psicologica e spirituale.
  5. Limitandoci al livello fisico siamo fatti fondamentalmente allo stesso modo: stesso numero di ossa, muscoli, tendini, ma le differenze individuali possono essere rilevanti. Per esempio nelle differenze di forma e di dimensioni dell’apparato scheletrico, di mobilità articolare, di forza e sviluppo muscolare e così via.  Ognuno di noi dovrà trovare perciò il suo personale modo , quello più conforme alla sua propria natura, ma nella consapevolezza e nella ricerca di un’

ANATOMIA DEL MOVIMENTO

Viene proposto il seguente percorso:

1.         Corretta postura sullo strumento o nel canto;

  1. Sostegno e rotazioni ossee;
  2. Corretta respirazione:
  3. Produzione e articolazione del suono.

Gli incontri si svolgeranno attraverso un lavoro esemplificativo ed esercizi pratici sull’argomento presentato. A questi potranno seguire interventi a richiesta, mirati ai singoli per risoluzioni a problemi individuali.

Posti disponibili:

Per l’attivazione del corso si richiede la partecipazione di almeno n.4 iscritti.

Curriculum vitae:

Valentina Brindani

Diplomata al Liceo Musicale “A. Boito” di Parma ha proseguito nello studio del pianoforte con il M.° Giorgio Tosi prima e poi con la M^ Luciana Ceci-Conti conseguendo il diploma di pianoforte al Conservatorio P.E. Dall’Abaco di Verona. Ha frequentato i corsi di perfezionamento pianistico di Quinto al Mare, Genova Con il M° Paderni.  Iscritta alla facoltà di lettere-musicologia dell’Università di Parma  diretta allora dal Prof. Claudio Gallico ha frequentato e superato tutti gli esami di Storia della Musica e Teoria Musicale.

Cofondatrice dell’agenzia di musica classica “Dietro Le Quinte”-Cepam-Arci di Reggio Emilia, nel 1984 ha organizzato la rassegna di musica “Sacro e Profano” ai Teatri di Reggio Emilia e, con la Direzione artistica del Prof. Eduardo Rescigno, la rassegna della stagione estiva  dei concerti ai Chiostri di Reggio Emilia, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Emilia. Ha collaborato inoltre con diversi Conservatori italiani  per la realizzazione di “Intima in Claustro Musica”, rassegna di allievi di Scuole Musicali. Nel 2000 ha fondato il “Coro Estense” nel Comune di Montecchio Emilia avvalendosi della collaborazione del M° Ugo Rolli per cicli di lezioni di approfondimento e perfezionamento sul corretto funzionamento dell’apparato vocale e sulla vocalità e della Prof.ssa Paola Cadonici per quanto riguarda il funzionamento di una corretta respirazione.

Dal 2001 si perfeziona con il M° Erminio Firmo, dove approfondisce lo studio e la ricerca musicale sulla tecnica  pianistica fondato sulle caratteristiche anatomico-funzionali della mano e dell’apparato locomotorio più in generale, tale  meccanica del movimento si applica a tutti gli strumenti e al canto. Svolge pertanto tale attività sulla consapevolezza con pianisti e strumentisti che si rivolgono a lei per risolvere problemi e per acquisire una maggiore coscienza posturale sullo strumento.

Da molti anni svolge attività didattica presso il Cepam di Reggio Emilia, dove ha elaborato diversi progetti per l’insegnamento del pianoforte, tra cui il laboratorio di rieducazione tecnica per pianisti, perfezionamento pianistico e diversi laboratori al pianoforte rivolti anche ai più piccoli in età prescolare.

Svolge attività concertistica in duo pianistico con Paola Bandini.

Albo pretorio online

Amministrazione trasparente 

Sostienici

C'è un modo di contribuire alla nostra attività che non ti costa nulla: devolvi il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi al Conservatorio di Mantova.

Il nostro codice fiscale è 93001510200

Contattaci

Conservatorio "L. Campiani"
Via della Conciliazione, 33
46100 - Mantova

+39 0376.324636

campianiatconservatoriomantova[punto]com (Posta elettronica ordinaria (PEO))

protocolloatpec[punto]conservatoriomantova[punto]com (Posta elettronica certificata (PEC))