Giovanna Maresta

Settore disciplinare: 
Teoria e tecnica dell’interpretazione scenica
Giorni di lezione: 
mercoledì
sabato

Dopo il debutto nel 1994 con la regia di "Norma", scene di Rinaldo Olivieri, all'Opera Royal de Wallonie di Liegi, ripresa a Vichy e Saint-Etienne con la direzione musicale di Patrick Fournellier e la messinscena di "Simon Boccanegra", diretto da Andrea Licata, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina per l'apertura della stagione 1996, la sua carriera si e'costruita principalmente in Israele e negli Stati Uniti.
Nel 1999 a Tel Aviv inizia la collaborazione con L'International Vocal Arts Institute diretto da Joan Dornemann (Met, NY) e da Paul Nadler (Met, NY) per il quale mette in scena opere del repertorio buffo italiano quali "Il Matrimonio Segreto" di Cimarosa (1999),"Il Barbiere di Siviglia" di Paisiello (2000), "Prima la musica e poi le parole" di Salieri (2005),"Gianni Schicchi" (2003),"Don Pasquale" (2001 e 2006) e di Rossini "L'Italiana in Algeri" (2004) ed "Il Barbiere di Siviglia"(2007). Sempre di Rossini nel 2004 cura la regia de "La Cambiale di matrimonio" e "Il Signor Bruschino", dirette da Richard Barrett, nell'ambito dello Young Artist Programm di William Woodruff a Chiari ed al Teatro Sociale di Brescia. 2008 "L'Amico Fritz" di Ma scagni, prima messinscena dell'opera in Israele e "La Fille du regiment" di Donizetti nel 2010.
Il successo di "Don Giovanni", messo in scena a Tel Aviv nel 2002, diretto da Paul Nadler, la porterà a debuttare in America, dove continuerà la fortunata collaborazione iniziata in Israele con il maestro Mark Ensley, allestendo due nuove produzioni di "Don Giovanni" (aprile 2006) e "Le Nozze di Figaro" (dicembre 2006) all'Università' di Memphis.
Dopo aver vinto il Concorso del Laboratorio Lirico di Alessandria nel 1985, sezione Regia, con un progetto per "Dido and Aeneas" di Purcell, messo poi in scena nel 2003 a Pavia, la sua formazione inizia nel 1988 come Assistente alla regia al Teatro alla Scala di Milano dove ha lavorato con Liliana Cavani, Jerome Savary, Werner Herzog, Jurgen Flimm, Michael Hample, Pierluigi Pieralli, Lamberto Puggelli, curando anche le riprese dei loro spettacoli in Italia ed all'estero. Nel 2000 cura la ripresa di "Wozzeck" ,regia di Flimm, diretta da James Conlon alla Scala e nel 2011, per la tournée in Giappone del Teatro Comunale di Bologna , il riallestimento della produzione belliniana di Pieralli de' "I Puritani" ottiene il Secondo Premio dalla rivista giapponese Ongakunotomo.
Dal 1990 lavora come Assistente alla regia e Costumista con Enzo Dara.
Per il Teatro di Prosa ha curato la drammaturgia e diretto "Pioveranno stelle e cristalli in frantumi", liberamente tratto da "Jenin" di Tahar Ben Jelloun, spettacolo di prosa e danza, coreografie di Daniela Macchi, musiche di Luca Macchi (Busto Arsizio, e Conservatorio di Monopoli,2002); "Spoon River", da Lee Masters con musiche di Fabrizio De Andre' (Varese,2002) "Speak Low", dal carteggio, tradotto per la prima volta in italiano, tra Kurt Weill e Lotte Lenya (Varese,Lugano.Pavia, Vibo Valentia,Catanzaro, Mantova, 2003-2008) ; "Diario di una signora del Blues", liberamente tratto dal romanzo omonimo di Erica Orloff , (Varese, 24 giugno 2007); "Odissea", melologo per voci recitanti, 3 soprani, Orchestra e Coro da camera, con musiche di Eleni Karaindrou, con musiche di Eleni Karaindrou, Atene, Istituto Italiano di Cultura, 29 marzo 2008 (coproduzione Conservatorio di Vibo e Ethniko Odeion, di Atene). Per la Giornata della Memoria 2012 al Conservatorio di Mantova allestisce "La Notte" di Elie Wiesel con musiche della tradizione Yiddish, della tradizione liturgica ebraica,Mahler, Ravel, Salomone Rossi.
Delle proprie messinscene cura regia e costumi.
Per il Teatro dei ragazzi ha allestito la prima edizione dell'opera "Il Malafiato", musica di Andrea Basevi su libretto di Roberto Piumini (Pavia,2005) "Il Flauto Magico" di Mozart con i cartoni animati di Lele Luzzati (Vibo Valentia, 2006) e "Piccoli Schiavi della Musica", di Isa Melli (Mantova, 2011).
All'attivita' di Regista affianca quella di Docente di Arte Scenica al Conservatorio "Lucio Campiani" di Mantova ed Acting Coach presso la Rudi Scheidt School of Music dell'Universita' di Memphis e nell'ambito del Summer Programm dell'I.V.A.I. a Tel Aviv.
Collabora con il Giornale della Musica, EDT, Torino.
Per la Giornata della Memoria 2012 al Conservatorio di Mantova allestisce "La Notte" di Elie Wiesel con musiche della tradizione Yiddish, della tradizione liturgica ebraica,Mahler, Ravel, Salomone Rossi.A questa produzione hanno fatto seguito Anni in fuga sulla vicenda dei ragazzi di Villa Emma, documentario girato in Israele e Nonantola, Though Roses  di Marc Neikrug, Der Kaiser von Atlantis, di Viktor Ullmann , Il processo Eichmann, La Madonna Sistina e L'ultima lettera della madre al figlio di di Grossman , , Zvi Kolitz Yossl Rakover si rivolge a Dio ed uno spettacolo con testi e musiche tratti dalla tradizione Sinti Rom.
All'attivita' di Regista affianca quella di Docente di Arte Scenica al Conservatorio "Lucio Campiani" di Mantova ed Acting Coach presso la Rudi Scheidt School of Music dell'Universita' di Memphis e nell'ambito del Summer Programm dell'I.V.A.I. a Tel Aviv..
Per il programma erasmus ha svolto master classes su Mozart e l'opera buffa italiana ad Aarhus, Izmir e Banska Bynstryka.

Insegnamenti attivi

Anno accademico corrente

Dizione - Triennio

Teoria e tecnica dell'interpretazione scenica - Triennio

Albo pretorio online

Amministrazione trasparente 

Sostienici

C'è un modo di contribuire alla nostra attività che non ti costa nulla: devolvi il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi al Conservatorio di Mantova.

Il nostro codice fiscale è 93001510200

Contattaci

Conservatorio "L. Campiani"
Via della Conciliazione, 33
46100 - Mantova

+39 0376.324636

campianiatconservatoriomantova[punto]com (Posta elettronica ordinaria (PEO))

protocolloatpec[punto]conservatoriomantova[punto]com (Posta elettronica certificata (PEC))