APERTURA MOSTRA Giornate Tostiane al Conservatorio

Venerdì 4 ottobre 2019 - ore 16.30
Foyer dell’Auditorium Claudio Monteverdi
Apertura della mostra di spartiti originali
I frontespizi delle prime edizioni delle romanze editi da Ricordi
In esposizione gli esemplari di stampe originali di Romanze di Tosti. (Si ringrazia il
dott. Cesare Guerra e la Biblioteca Teresiana
per la preziosa collaborazione)
orario di visita: 16.30-19.00
FRANCESCO PAOLO TOSTI
La figura di Francesco Paolo Tosti (Ortona,1846 - Roma,1916) è
quella di una dei maggiori musicisti europei del suo tempo. Un
corpus straordinario di composizioni di musica vocale da camera
(oltre 400 titoli), ne fanno il maggior esponente italiano del genere
e l’unico assimilabile agli Schubert, agli Schumann, ai Fauré,
ai Debussy. Patrimonio oggi raccolto nell’opera omnia edita da
Ricordi e dall’Istituto Tostiano. Un’opera omnia che ha avuto un
successo planetario fino all’Estremo Oriente a Nara, dove si tiene
un concorso di canto dedicato interamente al repertorio tostiano.
Romanze, songs, chansons, canzoni che per sempre rinnovata
invenzione melodica, rigorosa struttura tecnica dei diversi elementi
compositivi, perfetta aderenza della musica al testo sono uscite
indenni dall’attacco del tempo e delle mode, ed entrano prepotentemente
nelle sale di concerto e in quelle di incisione discografica. Tosti fu
un compositore atipico per i suoi tempi (non scrisse nemmeno una battuta di
un’opera lirica), e un celebrato insegnante di canto (e ce lo testimonia Verdi in
una lettera al direttore d’orchestra tedesco Hiller), fu un organizzatore musicale
di alto livello se divenne il direttore artistico della vita musicale della corte britannica
sotto tre sovrani (la regina Vittoria, re Edoardo VII e re Giorgio V), fu un
esperto di marketing editoriale se il caro amico e fratello Giulio Ricordi lo volle
come supervisore della filiale londinese di Casa Ricordi. Per quasi trent’anni,
dal 1875 al 1913, fu tutto questo a Londra meritando il titolo Sir”nel 1908.
Tornava annualmente in Italia per doveri professionali frequentando tanti
intellettuali dell’Italia umbertina come d’Annunzio, la Duse, la Serao, Giulio
Aristide Sartorio, Salvatore Di Giacomo che si ritrovavano nel Convento di
Francavilla a casa del pittore F. P. Michetti, e che avevano fatto del piccolo borgo
sull’Adriatico un cenacolo, d’arte, cultura e qualche sregolatezza. Divenuto
professore della Royal Academy of Music al rientro a Londra lo aspettavano,
oltre ai numerosi impegni, le lezioni di canto che egli regolarmente dava
all’aristocrazia londinese a cominciare dalla famiglia reale e alla stessa regina
Vittoria. Col nostro studiavano e si esibivano grandi cantanti come Caruso, i
baritoni Antonio Scotti e Victor Maurel, i soprani Nellie Melba e Luisa Tetrazzini.
Fu uomo di grande charme artistico e umano, sostenuto dalla moglie
Lady Berthe Tosti deVerrue che fu donna di straordinarie qualità e che lo
aiutò a muoversi nel suo mondo.

Quando

  • Venerdì, 4 Ottobre 2019 16:30

Quando

 

Per informazioni

   +39 0376.324636

 

Dove

Conservatorio di musica "Lucio Campiani"
Via della Conciliazione, 33 - Mantova Tel.: 0376/324636

Albo pretorio online

Amministrazione trasparente 

Sostienici

C'è un modo di contribuire alla nostra attività che non ti costa nulla: devolvi il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi al Conservatorio di Mantova.

Il nostro codice fiscale è 93001510200

Contattaci

Conservatorio "L. Campiani"
Via della Conciliazione, 33
46100 - Mantova

+39 0376.324636

campianiatconservatoriomantova[punto]com (Posta elettronica ordinaria (PEO))

protocolloatpec[punto]conservatoriomantova[punto]com (Posta elettronica certificata (PEC))